Torretenosa

informazioni

La dieta per dimagrire i fianchi

I fianchi e la pancia sono i punti critici dove si annidano le risorse in eccesso di grasso; quando si vuole dimagrire, diventa importante voler perdere peso proprio in quelle zone nevralgiche, affinare i fianchi e avere la pancia piatta è difficile, ma tuttavia non una missione impossibile, ci vuole costanza e tanta volontà.

La prima considerazione importante riguarda lo stile di vita, se hai accumulato qualche chilo in eccesso, significa che devi cambiare il tuo stile di vita, quindi cominciare a fare più esercizio fisico e cambiare il proprio modo di alimentarti.

La dieta per dimagrire i fianchi ha principalmente un ruolo drenante, ciò perché proprio in prossimità dei fianchi si sono accumulati cuscinetti di liquidi che con gli alimenti e gli esercizi giusti, si possono eliminare facilmente.

È importante dedicarsi a un’attività fisica regolare, non solo la classica camminata di trenta minuti, diventa fondamentale associare una serie di esercizi ginnici mirati e o un’attività aerobica che faccia sudare e solleciti le parti interessate.

La dieta per dimagrire i fianchi può essere semplicemente riassunta con alcuni accorgimenti che sembrano scontati, ma che danno ottimi risultati.

La colazione è spesso sottovalutata, ma è il pasto più importante della giornata, molti quando decidono in autonomia di mettersi a dieta, decidono di eliminarla, questo è un grave errore. La colazione è importante e può prevedere anche il consumo di carboidrati in concomitanza del giorno dedicato all’esercizio fisico. Questi sono importanti per dare energia al corpo ed essere in grado di sostenere un’attività aerobica ritmata.

La colazione prevede una tazza di latte scremato o magro con due fette biscottate o uno yogurt o una fetta di pane integrale tostato. Gli spuntini sono anche questi fondamentali, impediscono di arrivare affamati ai pranzi principali dimenticandosi così tutti buoni propositi della dieta. Spuntino di metà mattinata e merenda del pomeriggio prevedono un frutto fresco o uno yogurt.

Il pranzo e la cena devono essere preparati all’insegna delle proteine e verdure, i carboidrati devono essere assunti con moderazione, meglio a pane e pasta integrali se non volete rinunciarvi. L’importante è saper dosare le vostre quantità e i condimenti, poco olioextravergine di oliva e preferite usare del limone e poco sale. Concedetevi la pasta una sola volta la settimana.

Sì a pollo senza pelle, tacchino, coniglio e agnello, pesce magro come il merluzzo e quelli sgrassati; sì anche all’uovo soprattutto indicato è l’albume, cottura meglio bollito; non vanno dimenticate le proteine vegetali derivanti dai legumi, attenzione però, questi donano sazietà, ma possono portare anche gonfiore, vanno assunti con modiche quantità, meglio dedicarsi a delle insalate miste e un secondo piatto ai ferri.

Stesso discorso vale per la cena, tanta verdura e proteine; completare con un frutto ogni pasto e se necessario, va bene consumarlo anche durante gli spuntini o anche a colazione.

Ricordate di bere tanta acqua, circa due litri al giorno per favorire la diuresi e quindi l’eliminazione delle tossine in eccesso; potete anche bere delle tisane drenanti, caffè e tè, si consiglia quello verde per le sue proprietà benefiche e per il suo effetto diuretico. Come frutta si consiglia l’ananas, perchè aiuta a sgonfiare.

No ai dolci, allo zucchero e agli alcolici.

Insieme alla dieta per dimagrire i fianchi si deve associare necessariamente dell’esercizio fisico mirato: sì alla corsa, bicicletta e anche al nuoto per dimagrire; se non siete degli sportivi, comminate per circa trenta minuti ogni giorno con passo veloce e passi larghi.